E-STATE IN SALUTE! Tempo di immersioni: occhio al barotrauma!

 In CMI, Difetti Visivi, Dott. Marco Alberti, ecchimosi, emorragie orbitarie, emorragie sottocongiuntivali, Oftalmologia, trauma oculare

Sebbene si tratti di un evento che colpisce più frequentemente l’orecchio e la membrana timpanica, anche gli occhi, i denti e altri distretti corporei possono subire le conseguenze dei bruschi campi pressori durante le piccole immersioni in apnea.

Indossando una maschera da sub si sposta una intercapedine di aria comprimibile nell’acqua che, pesando sulle pareti e sul vetro della maschera, schiaccia la stessa contro il viso. Le manovre di compensazione tramite emissione di aria dal naso portano la situazione in equilibrio via via che aumentiamo la profondità di immersione.

Questa è la situazione in cui può trovarsi l’incauto e inesperto subacqueo che vedendo qualcosa di interessante sul fondo marino si spinge a profondità modeste (da 2 a 7 metri circa).

Le prime ad avvisarci che qualcosa non va sono le orecchie che già a 1,5metri di profondità fanno un po’ male.

Deglutendo (in modo automatico e inconscio) il fastidio alle orecchie viene compensato. Quando ci si trova ad avere però la maschera pressata sul volto, spesso il panico ha il sopravvento e la prima reazione è quella di strapparla con forza creando un possibile danno: è un po’ come mettere una grossa ventosa sul viso e tirare forte.

Le conseguenze possono essere varie: da piccole ecchimosi, puntini di sangue che non spariscono schiacciandoli col dito su tutta la cute ove era appoggiata la maschera e anche sulla “parte bianca degli occhi” sotto la congiuntiva, fino a vere e proprie emorragie sottocongiuntivali ampie.

Nella maggior parte dei casi i postumi da barotrauma oculare lieve si risolvono spontaneamente.

Emorragie orbitare si possono riscontrare barotraumi più importanti.

 

In caso di uso di auto respiratore e immersioni a profondità maggiori i danni possono essere più seri, ma ci si augura che chi si appresta a queste pratiche sia stato istruito a dovere da istruttori esperti e conosca quindi le manovre per evitare danni alla propria salute.

 

Se vogliamo andare ad esplorare fondali e osservare pesci a pochi metri di profondità, ricordiamoci di deglutire e di emettere aria dal naso durante l’immersione!

barotrauma oculare
barotrauma oculare
effetti di un barotrauma oculare
effetti di un barotrauma oculare

Il Centro Medico Italiano è un centro d’eccellenza a Milano dedicato ai servizi medici specialistici per l’oftalmologia e per la fisioterapia.

Post suggeriti
0
Occhi rossi in piscina: perché è bene indossare gli occhialini